Io possiedo un grande tesoro.

Pearl Days. Elisa

Immagine

Io possiedo un grande tesoro.

Io ho perle, perle rare, perle preziosissime. Perle di inimmaginabile lucentezza.

Perle che adornano le mie giornate, le mie serate, le mie notti insonni.

Le perle che possiedo hanno un nome, una vita, e tanti, tantissimi colori.

Le perle che possiedo si muovono dolcemente, da anni,  tra le righe sconnesse di questo buffo ed avventuroso mare che è la mia vita.

Un nome, a ciascuna di loro, dato da un oceano che non pensava a me, ma a cui sono grata.

Sandra.

E’ una perla nera, dai tratti esotici, come esotica è la sua solarità, la sua allegria.

Presente, sempre presente in queste righe magiche.

La perla che mi ricorda di festeggiare il compleanno, perché “ te lo meriti”. La perla che dice sempre grazie, anche quando sarei io a doverla ringraziare.

La perla che tiene vivi i miei ricordi di bambina, le nostre barbie, pomeriggi autentici dove il gioco ci insegnava a diventare donne.

La perla che porta dentro la sua fatica in silenzio, e sostiene la mia, prendendomi per mano.

La perla con il cuore più generoso che mai, perla, abbia conosciuto.

Lei prende sul serio Trivial e Taboo, così come la sua amata letteratura sudamericana.

Lei a volte è stanca, perché il mare in cui nuota ha correnti forti, ma rimane lì, aggrappata con tutte le forze che ha,  al fazzoletto di felicità che si è costruita con cura e amore.

A lei, stasera, dico Grazie.

Giorgia.

Se poteste immaginare una risata contagiosa, che esplode con un fragore che è solo gioia, se poteste anche solo immaginarla, quando ride, sorride, quando quel fragore diventa musica, e si va tutti a ballare, allora ecco, forse anche voi, ridereste ora, con me, con lei, ripensando alla potenza e alla limpidezza della sua voce.

Se poteste immaginare una cosa delicata, delicatissima, ma anche forte, tenera, tenerissima, dolce, dolcissima allora ecco, questa sarebbe la mia perla.

La mia perla ha nel cuore la vita e la morte, ma sceglie sempre la vita. Sempre, anche quando i suoi occhi guardassero lontano, malinconici, lei saprebbe sempre, scegliere la vita.

Lei balla tutta la notte.

Lei dipinge la bellezza.

Lei guarda dentro un obiettivo come scartasse un regalo di Natale.

Lei ammalia e seduce come una piccola inconsapevole Lolita.

Lei sa di essere bella. E quando non lo sa, io sono qui per ricordarglielo. Che è bella, nell’aspetto e nel cuore. Che per me è bella sempre, anche quando piange, anche quando si sente fragile, perché la verità, è, anche se questo lei non lo sa, che lei è forte, fortissima.

E non si illuda che quella che sente come fragilità sia un neo. E non si illuda che io la lascerò mai sola.

E che non pensi mai che non sarò con lei, a ballare tra le onde, come sempre, per tanti, tutti, i prossimi, bellissimi anni che ci attendono al di sopra del tetto del mare.

A lei, stasera, dico Grazie.

Valentina

Una perla che mi assomiglia così tanto.

Una perla che è madre e figlia, una perla che ama come nessuno, ma proprio nessuno sa fare, di un rarissimo amore, caparbio, tenace, risoluto.

Che sia l’amore per un uomo, un’amica, due cani.

Quando decide di amare abbraccia il mondo col quelle braccia colme di bellezza ed in cambio chiede solo un po’ di cura. Poca, pochissima cura.

A volte si spaventa, a volte è triste, a volte teme che tutto questo amore la potrebbe incrinare, ma no, piccola principessa, perla tra le mie rarissime perle, mai lascerei che ciò accadesse.

Che voglio esserci sempre per te, cuore a cuore, nella tua conchiglia, a prendermi cura di te con le mie piccole mani grassottelle, ma piene di amore per te. Per renderti, come posso, tutto quello che tu mi dai, mi hai dato in questi pochi anni che ho avuto l’onore di condividere con te.

Fragile come le ali di una bellissima farfalla, seducente come un’orchidea, profonda come una galassia in cui il mio sguardo si perde.

La mia perla, principessa guerriera, naso-naso, guancia-guancia, per sempre-sempre e per sempre, cantando.

A lei, stasera, dico Grazie.

Le mie perle, le mie sorelle.

A loro, donne bellissime, stasera, dico grazie.

Annunci

14 pensieri su “Io possiedo un grande tesoro.

  1. A te Sorella, che tutte le mie parole non potranno mai spiegare quanto è bello commuoversi del tuo Amore. A te Grazie, di esserci e di esserci stata con il tuo Cuore grande che contiene tutte le mie insicurezze. Con la tua dolcezza che rassicura tutto intorno. Col nasetto e il culetto che solo noi lo possiamo capire e fare! Non posso essere brava come te che quando scrivi mi apri le profondità del mio essere ma posso farti sentire che non sarai mai sola perchè esserci ritrovate è un regalo troppo prezioso ed è un legame che va oltre tutto, sempre e per sempre….Cantando, ballando, ridendo, piangendo, braciando, suonando, bella come sei, come sei sempre stata e come sei sbocciata. A te Donna meravigliosa, Amica unica

  2. Sono cascato dal pero quando hai scritto sorelle, che a me sembravano altro, di piu’ vasto e meno obbligato, genetico, dell’amore fraterno. Poi ho capito che e’ “sorelle” in senso lato.
    ml

  3. C’è un’altra perla bellissima, è quella che s’incontra per caso, così come per caso ho incontrato te.

    Piacevolissimo leggerti e piacevolissima questa storia delle perle, ognuna che ti appartiene.

    Vado a fare un giro. Ci vediamo, ciao e buona serata. 🙂

  4. Ed io, questa notte, dico “grazie” a te, Enripoppins.
    Io amo molto le perle, quelle vere, quelle che hai desritto tu.
    E non c’è una perla uguale alle altre, no.
    Eppure sono perle tutte e vere, con i nomi che hanno e che tu hai menzionato.
    Io ne ho trovata una ora, una particolare.
    Sei tu, Enri.
    Tu.
    Grazie ancora.
    Ti sorrido
    gb

  5. Caro Gelso, ogni volta che ti affacci qui, su questa finestrella minuta sul mondo, lasci sempre qualcosa di bello, come un profumo, una scia. Grazie a te di leggere queste righe sgangherate ma sincere, perché ma come in questa occasione, vorrei che il mondo sapesse quanta bellezza alcune donne portano con se.
    Grazie per leggermi e se, in qualche modo, ti ho dato l’idea di essere una delle perle di questo bell’oceano, credo sia più merito del tuo cuore. I cuori belli vedono cose belle.
    Perla anche tu quindi, senza dubbio.
    Ti sorrido anche io.

  6. Con le tue perle rare, in queste parole hai saputo creare dei gioielli bellissimi.
    E’ arte orafa del cuore : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...